Torna all'elenco dei gruppi e associazioni

GRUPPO CARITAS

 

La nostra realtà parrocchiale Caritas sta percorrendo sempre più un cammino verso quella funzione pedagogica che è la sua funzione prevalente.

È inserita nella realtà della Caritas Diocesana, particolarmente in quella Vicariale; e continua a confrontarsi con le realtà presenti nel territorio per promuovere, attingere, indirizzare, accompagnare tutte quelle persone che le chiedono aiuto.

I volontari che danno il loro contributo nella Caritas di S. Carlo sono numerosi, anche se mai a sufficienza, e diversi per età e interessi. Negli ultimi anni sono entrati a farne parte donne e uomini di giovane età che portano freschezza e speranza per il futuro.

Responsabile Caritas: Paola Sella

 

In concreto la nostra Caritas parrocchiale si impegna nel doposcuola: i volontari insegnanti sono una ventina, giovani e adulti, che dal 2008 si sono dedicati con motivazione e tanta buona volontà verso una quarantina di ragazzi delle elementari e medie segnalati dalle scuole del territorio.

Per l'anno scolastico 2019/20 l'attività si svolge al martedì e al venerdì: 15.00-17.00

Referente: Cinzia Frusciante

 

Nei pranzi di solidarietà della domenica: la domenica le cucine popolari sono chiuse ed a poco a poco le parrocchie che accolgono gli ospiti delle Cucine dalla tre iniziali sono arrivate alle 26 di oggi, divise in 4 gruppi ( 1 per domenica) che offrono circa 220 pasti ogni domenica.

La nostra parrocchia ha iniziato la sua partecipazione nel 2005. La scelta del "vecchio" parroco don Luigi è stata quella di affidare questo servizio al gruppo “catechisti” ed ai singoli corsi di catechismo: è una splendida occasione per mettere in pratica ciò che si vuole insegnare ai ragazzi ed ai bambini e costituisce una testimonianza per le famiglie che si prestano a collaborare. Quello che viene richiesto non è esclusivamente un servizio in cucina né un’offerta di denaro, ma un servizio di accoglienza e solidarietà ( il che risulta in realtà più difficile e impegnativo).

Il numero di persone che si presentano alla quarta domenica del mese ( giorno che spetta alla nostra parrocchia) è molto variabile, oscillante intorno alle 50 persone. Ma nell’ultimi anni si è manifestato un cambiamento. Inizialmente le persone che si rivolgevano alle cucine e quindi alla nostra parrocchia erano prevalentemente immigrati, ma nel corso degli anni la fisionomia delle persone accolte è cambiata, anche in funzione di quelle condizioni che hanno portato alle soglie della povertà molti italiani: ad oggi, gli italiani sono circa il 40% degli ospiti delle Cucine contro il 5% di soli due/tre anni fa. La povertà dei nostri connazionali non è solo data dalla precarietà del lavoro, dell’alloggio o dall’allontanamento della famiglia, ma è sempre più una povertà di relazione.

Referente: Ornella Salzano in Bertolino

 

Nel centro di ascolto: ci sono tante persone che chiedono aiuto, soprattutto chiedono lavoro,  alimenti, pagamento di bollette e di medicinali…

Cerchiamo di fare il possibile; e siamo sempre interfacciati con il territorio (Assistenti sociali del Comune di Padova , realtà di Caritas Vicariale, Caritas Antoniana) per quanto riguarda il lavoro, forniamo loro indirizzi, sportelli dove rivolgersi, ultimamente siamo in contatto con la CISL per quanto riguarda Colf e badanti, la CISL ha chiuso lo sportello, ma le persone che richiedono nomi  per questo servizio continuano a telefonare.

Referente: Paola Sella

 

Nella distribuzione dei pacchi alimentari: questo servizio sta vivendo, non solo nella nostra parrocchia, un momento di forte cambiamento. Nel tentativo di rendere tale servizio più organizzato e meno legato alla pur encomiabile ma a volte improvvisata disponibilità di singole persone, è emersa la necessità di legare questo tipo di aiuti alle famiglie sempre più alla comunità di appartenenza, perché ogni comunità possa prendere visione reale delle problematiche inerenti al proprio territorio.

La Caritas di S. Carlo quest'anno ha stabilmente seguito e servito con una spesa mensile circa 30 famiglie e 150 persone complessive.

La quasi totalità dei viveri distribuiti sono stati frutto della generosità della nostra comunità.

Oltre alle giornate di raccolta in ogni singola domenica si possono portare alimenti che si depongono nell’apposita cesta in chiesa.

Anche la Croce Rossa Italiana fornisce periodicamente ulteriori alimenti da distribuire alle famiglie.

Referente: Marco Scquizzato

 

Assistenza legale gratuita, svolta con discrezione e rivolta a tutte quelle persone in stato di bisogno.

 

Torna all'elenco dei gruppi e associazioni