Carissimi amici e parrocchiani di San Carlo,

ancora BUONA PASQUA!

Siamo entrati nel tempo di Pasqua che si concluderà con la Pentecoste. Cinquanta giorni liturgici importanti per accogliere, assorbire, incarnare nella vita il messaggio di Gesù risorto e .....

Quanti sussidi, messaggi, video sono circolati in questo periodo. Tutti con lo scopo di addolcire il periodo difficile che ciascuno vive o di trasmettere contenuti antichi in forme nuove per vivere la Pasqua di Cristo e la nostra Pasqua.

E’ comunque stato un periodo che abbiamo vissuto in maniera diversa: la Settimana Santa e la Pasqua/ Pasquetta li abbiamo vissuti in un modo più intenso e festoso. Ora c’è il rischio di adattarsi a vivere in qualche modo, continuando a seguire in TV il calare o crescere di questo o quel dato. Credo sia importante, per noi credenti, fissare almeno dei momenti quotidiani significativi, quasi irrinunciabili: quelli della preghiera, della preparazione dei pasti, della lettura di qualche libro o riviste che non comunichino solo frivolezze, qualche telefonata ad amici/che per stare su di morale e mantenere le relazioni minime, un po’ di movimento...

Soprattutto coltivare la consapevolezza che SIAMO SEMPRE NELLE MANI DEL SIGNORE, poi anche dei medici, scienziati, amministratori, ecc., per i quali preghiamo perché continuino a svolgere il loro compito per il bene di tutti. Questa coscienza deve essere avvertita come un pensiero dolce/sereno che ci accompagna continuamente e che mette in fuga paure e ansie. Proviamoci, se non l’abbiamo ancora fatto e questo, pian piano, allontanerà da noi ogni pensiero negativo. Buon proseguimento della Pasqua.

 

 

D. Antonio

19 aprile 2020